1796 10 14 VENTURA GODOY

Resumen

14 de octubre de 1796.

Del conde Cesare Ventura [Parma] a Manuel Godoy [Madrid].

Recibida la carta de Godoy, el conde Cesare Ventura se ha puesto en contacto con Bodoni, quien, pese a su situación personal, atenderá el pedido de caracteres, que suministrará al embajador de España, Conde de Valdeparaíso.

Monografías relacionadas

Transcripción

Eccellenza:

Al ricevere dell'ossequiato foglio di Vostra Eccellenza in data di 6 dello scaduto settembre, mi sono fatto carico di prontamente manifestare le di Lei premure a questo Reale Tipografo Bodoni, onde ottener dal medesimo l’indicata qualità e quantità di matrici. E quantunque egli si trovi occupatissimo in molti lavori già intrapresi, che nella età sua gli portano un carico non indifferente, ciò non ostante, in ossequio delle premure di Vostra Eccellenza ha sul momento accettato l’impegno di prestarsi alla commessione di cui parla il precitato di Lei foglio. Tostoché avrà egli in pronto l’occorrente, ne farà la consegna a questo Signor Conte de Valdeparaíso, già da Vostra Eccellenza prevenuto su tal particolare.

E mentre io mi affretto di significarLe che in sifatta guisa saranno pienamente appagate le rispetabili di Lei brame, passo all’onore di confermarmi con pienissimo ossequio di Vostra Eccellenza

Parma, 14 ottobre 1796

Divotissimo, obbedentissimo servidore Vostro

Conte Ventura.

Eccellentissimo Signore Principe della Pace

alla Reale Corte di Spagna.

Notas al texto

Datos documentales y bibliográficos

  • Ubicación

    Madrid, Archivo Histórico Nacional, Consejos, leg. 11282, nº. 52.

  • Descripción

    Pliego de 2 h. de 300 × 210 mm. Solo firma autógrafa.

  • Edición

    Pedro M. Cátedra

  • Bibliografía específica

    Corbeto 2015, ***.

  • Cita
    Carta de Cesare Ventura a Manuel Godoy de 1796-10-14, ed. Pedro M. Cátedra, en Biblioteca Bodoni [<http://bibliotecabodoni.net/carta/1796-10-14-ventura-godoy> Consulta: 15/11/2019].
    Citar este documento

Nota bene

Esta carta es respuesta a la de Godoy del 6 de septiembre de 1796.

Digitalizaciones de los originales