1796 05 31 BODONI APONTE

Summary

31 May 1796.

From Giambattista Bodoni [Parma] to Manuel María Rodríguez Aponte [Bologna].

Bodoni confirms that he has already implemented Moratín’s instructions in what has already been set up of La comedia nueva; he assures Aponte that he will send proofs of what he has so far had time to compose. As a consequence of Moratín’s demands about the composition, he revises the costs, proposing two options. He notes the attractive price compared with that of the new edition of Aminta which is about to come out and which has the same appearance as the La comedia nueva. He thinks it unnecessary for Moratín to come to Parma because he will not be able to work there on the entire book. This is because Bodoni has not cast enough type to set the whole edition at one time.

Related books in BB

Related monographs

Transcription

A Don Manuele Aponte

31 maggio, 96a.

Col corriere di Napoli, giunto qui nella scorsa domenica, ho ricevuto la cortese Sua del 26 cadente, e ieri ho fatto allestire tutto ciò che già era composto della nota commedia a norma de’ suggerimenti del chiarissimo Autore. Riceverà Ella, dunque, col mezzo del corriere d’oggi tutte le pagine che la ristrettezza del tempo mi ha permesso di far preparare, e desidero che vengano corrette colla massima esattezza e sollecitudine, giacché non v’è tempo da perdere per ultimare a dovere questa edizione.

  Ho di bel nuovo fatte le mie riflessioni su questa stampa, la quale, ora che si debbon mettere gli attori in una riga da sé, ascende a circa 150 pagine, che formano 18 fogli in picciol quarto, ed io non sono assolutamente in grado di eseguirla per 75 zecchini. Le mie ultime ristrette e moderate pretese a stamparne 500 copie in carta bellissima di Fabriano sib riducono a cento zecchini, ec le copie sarannod tutte levigate. Se poi non premesse die averle sopra carta cilindrata, allora mi contenterò di 85 zecchinif. Se all’Autore conviene alcuna delle due mie proposizioni, mi avverta subito, giacché io sono disposto di servirlo con ogni premura e pel tempo fissatomi, e gli farò un gioiello di tipografia. Se non gl[i]ene piace alcuna, io sarò egualmente contento. E tostog mi accingo a ristampare l’Aminta nello stesso carattere e carta, giacchéh son certo di venderne le copie almeno almeno il doppio ed il triplo di quello che chieggo per la commedia.

  Resta inutile che l’Autore si porti qui per assistere alle correzioni, giacché ci vorrebbero altro che cinque o sei giorni per eseguirle. Non avendo io fatto gettare in tanta copia il nuovo carattere per comporre tutta la detta commedia, fa d’uopo di scomporre i fogli appenai impresse le copie d’ognuno, per valersi dello stessok carattere pei fogli susseguenti.


Tanto la línea primera de la carta como esta es de otra mano.     Había escrito si re y cancela re.     Había escrito se y corrige en e     Había escrito si daranno y corrige.     Antes de di cancela all’autore     Había escrito 80 y corrige.     tosto escrito entre líneas sobre vado e subito cancelado.     Había escrito già y corrige.     appena escrito sobre qualora saranno state cancelado.     stesso añadido al margen.

Editor notes

Documentary and bibliographic data

  • Location

    Parma, Biblioteca Palatina, Archivio Bodoni, Minute di lettere inviate, B 41/28.

  • Description

    1 f., 245 × 180 mm. Autograph draft.

  • Edition

    Pedro M. Cátedra

  • Other editions

    Cátedra 2010, 201-202, nº. 11.

  • Specific bibliography

    Cátedra 2010 , 53-108; Cátedra 2013a, 131-178 (versión pdf), §II-3 a §II-84 (versión epub).

    Further bibliography cited Aminta 1796 in-4º; Comedia nueva 1796;
  • Citation
    Letter from Giambattista Bodoni to Manuel María Rodríguez Aponte in 1796-05-31, ed. Pedro M. Cátedra, in Bodoni Library [<http://bibliotecabodoni.net/en/letter/1796-05-31-bodoni-aponte> Requested: Sep 20, 2017].
    Cite this document

Nota bene

This letter is a reply to Rodríguez Aponte’s of 26 May 1796. Rodríguez Aponte answers this letter on 1 June 1796.

Digitalization of the original documents