1796 06 01 APONTE BODONI

Summary

1 June 1796.

From Manuel María Rodríguez Aponte [Bologna] to Giambattista Bodoni [Parma].

Aponte apologises for problems caused by a previous letter sent via Rodríguez Laso, Rector of the Spanish College. After discussion with Moratín, the Rector gave him a memorandum in Spanish which Aponte translates and in which he reveals that Moratín is unwilling to accept the revised proposal for financing the edition of La comedia nueva. So that the printing can go ahead, he proposes that the print-run be reduced to three hundred copies from the five hundred originally budgeted for. He makes a few observations about the type-setting of the work, but leaves aesthetic decisions to Bodoni.

Related books in BB

Related monographs

Transcription

Pregiatissimo Signor Giambattista, Padrone mio,

Dalla data dell’ultima mia Ella potè rilevare non essere stata colpa mia se prima non le giunse alle mani. Consegnai la lettera in mano del Signor Rettore di Spagna quella sera medesima, perché dovevo andare la mattina fuori di città presto. Ma egli si dimenticò, credo, e solamente partito già il corriere ricordatosi, la mandò col corriere di Napoli.

L’Autore da me oggi convenuto, ecco ciò che m’impone rispondere alle di Lei giuste riflessioni. Trapasso in cattivo toscano le sue castigliane parole:

«Non posso determinarmi a eccedere dal prezzo anteriormente propostomi dal signor Bodoni, ma perché desidererei che l’opera non si tralasciasse affatto, mi contento siano stampati soli trecento esemplari nella carta di Fabriano, cilindrati tutti, e colla maggiore bellezza che possibil fia. Viene, dunque, pregato il chiarissimo Tipografo di avvisare la diminuzione che risulti intorno al prezzo e seguitare frattanto nella composizione della Comedia. I numeri delle pagine mi sembrano un poco grandi. Quella linea di ornato che vien messa sul principio della pagina 15, prima della scena III, fa buon effetto per essere collocata sulla testa o principio della pagina, ma non così, al mio parere, quella che si vede nella pag. 13, perché, essendo sul mezzo della pagina, fa un certo taglio meno grato all’occhio. Contuttociò il Signor Bodoni vedrà ciò che di questa mia immaginazione gli sembra, e in qual maniera sarà meglio, giacché su di questo punto l’autore si rimette al buon gusto e consummata intelligenza del nobilissimo ed impareggiabile tipografo».

Ho fatto da traduttore sin qui. Io La prego a considerarmi tutto Suo, e spero ch’Ella mi crederà sempre invariabilmente pronto a darLe prove del sincero affetto che per Lei nutro. La Precettrice di lettere greche umiliasi a Lei che a cotesta sua degnissima ed amabilissima Consorte i più cordiali saluti, ed io mi unisco nei sentimenti della medesima per riverire ossequiosissimamente una sì felice ed avventurata coppia.

Onde mi ripeto di cuore di Vostra Signoria Illustrissima

Bologna, 1 giugno 1796.

Divotissimo ed affezionatissimo servidore ed amico vero,

Emmanuele Maria Aponte.

Editor notes

Documentary and bibliographic data

  • Location

    Parma, Biblioteca Palatina, Archivio Bodoni, Lettere ricevute, C. 27.

  • Description

    Sheet consisting of 2 ff., 225 × 170 mm. Autograph letter.

  • Edition

    Pedro M. Cátedra

  • Other editions

    Cátedra 2010, 203-204, nº. 12.

  • Specific bibliography

    Cátedra 2010 , 53-108; Cátedra 2013a, 131-178 (versión pdf), §II-3 a §II-84 (versión epub).

    Further bibliography cited Cátedra 2013a;
  • Citation
    Letter from Manuel María Rodríguez Aponte to Giambattista Bodoni in 1796-06-01, ed. Pedro M. Cátedra, in Bodoni Library [<http://bibliotecabodoni.net/en/letter/1796-06-01-aponte-bodoni> Requested: Nov 15, 2019].
    Cite this document

Nota bene

This letter is a reply to Bodoni’s of 31 May 1796. Bodoni answers this letter on 3 June 1796.

Digitalization of the original documents