1772 02 26 LLANO PACIAUDI

Sommario

26 febbraio 1772.

Da José Agustín de Llano y de la Cuadra [Parma] a Paolo Maria Paciaudi [Parma].

Llano comunica a Paciaudi di essere rientrato nelle grazie del Duca e, pertanto, di essere stato reintegrato nel suo incarico.

Transcrizione

Degnatasi benignamente Sua Altezza Reale di rimetttere Vostra Riverenza nella sovrana sua grazia, rimane per conseguenza terminata codesta di Lei relegazione. E perché non venga pregiudicata la Sua riputazione dall’accidente, che diede motivo all’anteriore provvidenza, vuole altresì il Signor Infante qu’Ella ritorni all’esercizio degl’impieghi e cariche che dianzi sosteneva al suo real servigio. Tanto ho io il piacere di significare a Vostra Riverenza acciocché possa di conformità godere gli effetti della real condiscendenza.
Parma, 26 febbraio 1772.
Giuseppe Agostino de Llano.
Padre Bibiotecario Don Paolo Paciaudi.
Parma.

Note al testo

Dati documentali e bibliografici

  • Ubicazione

    Parma, Biblioteca Palatina, Epistolario Parmense, C. 80; se conserva en la misma ubicación una copia de este despacho.

  • Descrizione

    Il documento originale è un bifoglio di 202 × 150 mm. Unicamente la firma è autografa. La copia, bifoglio di c. 236 × 185 mm.

  • Edizione

    Pedro M. Cátedra

  • Bibliografia specifica

    Cátedra 2013d, 204.

  • Citazione
    Lettera da José Agustín de Llano y de la Cuadra a Paolo Maria Paciaudi del 1772-02-26, ed. Pedro M. Cátedra, nella Biblioteca Bodoni [<http://bibliotecabodoni.net/it/lettera/1772-02-26-llano-paciaudi> Richiesta: 20/mar/2019].
    Cita questo documento

Note

A questa lettera darà riscontro Paciaudi con una sua missiva nel corso dello stesso mese.

Scannerizzazioni degli originali