1777 01 00 PACIAUDI BODONI

Sommario

Sine notis [posteriore al 17 gennaio 1777].

Da Paolo Maria Paciaudi [Torino] a Giambattista Bodoni [Parma].

Paciaudi mette al corrente Bodoni sulle novità della Corte di Spagna che corrono per Torino: Grimaldi non arriverà a prendere possesso della sua ambasciata a Roma; Azara si occuperà in maniera interina della rappresentazione iberica; Floridablanca visiterà Parma e lì alloggerà a casa del Conte Sacco, città nella quale si vedrà anche il Conte di Aguilar, ambasciatore di Spagna a Torino. Gli suggerisce che avvisi la Marchesa Malaspina, amica di quest’ultimo, e conclude chiedendo novità di De Rossi.

Transcrizione

Qui corre voce che il Ministro Grimaldi o non anderà a Roma, o vi starà poco tempo. Io non so se sia vero. Intanto il nostro Azzara resterà alla testa degli affari Iberi in Roma. La Gazzetta dice che il signore Conte Moñino passerà anche per Parma, e sarà allogiato da Sua Eccellenza il Signor Conte Sacco. Io le aggiungerò che Sua Eccellenza il Signor Conte di Aguillar, ambasciatore di Spagna a questa Corte, verrà a Parma a vedere il Signor Conte Moñino, e abboccarsi seco. Può dirlo alla Signora Marchesa Malaspina, essendo questo buon Conte di Aguillar unoa de’ suoi antichi amici.
Mi saluti il nostro Derossi e mi dia delle sue nuove, che mi sta a cuore la salute di codesto degno paesano.
Vale.

a Antes de uno cancela de

Note al testo

Dati documentali e bibliografici

  • Ubicazione

    Parma, Biblioteca Palatina, Mss. Parm. 1588, fols. 75r-v. 

  • Descrizione

    1 bifoglio. Lettera autografa.

  • Edizione

    Pedro M. Cátedra

  • Bibliografia specifica

    Cátedra 2014a, 33-34.

    Altra bibliografia citata Ozanam 1998;
  • Citazione
    Lettera da Paolo Maria Paciaudi a Giambattista Bodoni del 1777-01-00, ed. Pedro M. Cátedra, nella Biblioteca Bodoni [<http://bibliotecabodoni.net/it/lettera/1777-01-00-paciaudi-bodoni> Richiesta: 09/ago/2020].
    Cita questo documento

Scannerizzazioni degli originali