1779 01 21 AZARA BODONI

Sommario

21 gennaio 1779.

Da José Nicolás de Azara [Roma] a Giambattista Bodoni [Parma].

Azara ringrazia Bodoni per l’invio del suo Diario di Colorno e per la amicizia che gli riserva, manifestandogli tutto il suo piacere nel corrispondergli con qualsiasi favore. Gli richiede informazioni su Paciaudi e gli invia i suoi saluti, dispiacendosi di non potergli scrivere direttamente a causa dei suoi impegni diplomatici.

Transcrizione

Roma, 21 gennaro 79.

Padronea mio stimatissimo,

Sono molto sensibile all’attenzione di Vostra Signoria nel mandarmi il Suo Diario e La ringrazio infinite della memoria che Lei conserva per me. Io non posso corrispondere ai Suoi favori come vorrei, ma gli sono e sarò sempre grato, desiderando l’occasione di puoterGli servire a qualche cosa.

Il nostro caro Paciaudi che fa? Io non posso scrivergli come vorrei perché il mio tempo e le mie forze sono tutte impiegate in affari che, per la maggior parte, non anno il senso comune; e che sono obbligato ben speso di parlare contro tutto quello che penso, cioè un linguagio che non a parentato colla raggione.

La prego di salutarmi tanto il nostro amico. E, desiderando puotere servire a Lei in qualche cosa, resto con tutta la stima ed amicizia Suo divotissimo obbedentissimo servitore,

Azarab. 


 

a Antes de la fecha del encabezamiento, se indica el remitente de la carta: Azara          b Tras la firma de Azara aparece la siguiente anotación, de otra mano: L’autografo cambiato col Signor Cittadella 1856

Note al testo

Dati documentali e bibliografici

  • Ubicazione

    Parma, Biblioteca Palatina, Archivio Bodoni, Lettere ricevute, C. 28, 3.

  • Descrizione

    Un foglio di 200 × 150 mm. Copia dell’originale che si scambiò al Sig. Cittadella nel 1856.

  • Edizione

    Noelia López Souto.

    Revisione

    Pedro M. Cátedra.

  • Altre edizioni

    Ciavarella 1979, I, 4.

  • Altra bibliografia citata Diario 1779;
  • Citazione
    Lettera da José Nicolás de Azara a Giambattista Bodoni del 1779-01-21, ed. Noelia López Souto., nella Biblioteca Bodoni [<http://bibliotecabodoni.net/it/lettera/1779-01-21-azara-bodoni> Richiesta: 15/nov/2019].
    Cita questo documento

Scannerizzazioni degli originali