1786 00 00 DE_LOS_REYES BODONI 1

Sommario

Sine notis [però Roma, 1786].

Da Frate Antonio de los Reyes [Roma] a Giambattista Bodoni [Parma].

In nome di un amico di Spagna, Frate Antonio de los Reyes richiede a Bodoni se si potranno acquisire matrici e tutti i materiali che egli utilizza per le sue stampe.

Transcrizione

+

Pro memoria.

Il Postulatore della causa del Venerabile Palafox in Roma si da l’onore di significar’ al Signor Cavaliere Bodoni, Stampatore Regio di Parma, suo padrone gentilissimo, ne ha la comissione di un suo amico di Spagna da procurare da un signor Cavaliere le mostre dei caratteri e ornamenti delle Sue stampe ed anche se si potessi avere una instruzione, modelli, matrici, punzoni e chiavi per la fundizione dei simili caratteri. Nel caso che detto Signore potessi abordare questa grazia, sarebbero sodisfate tutte le spese.

Note al testo

Dati documentali e bibliografici

  • Ubicazione

    Parma, Biblioteca Palatina, Archivio Bodoni, Minute di lettere inviate, C. 12/6.

  • Descrizione

    Bifoglio di 230 × 190 mm. Promemoria autografo.

  • Edizione

    Pedro M. Cátedra

  • Bibliografia specifica

    Cátedra 2015b, 268; Cátedra 2016a, 12-15; Cátedra 2016b, 16-17.

  • Citazione
    Lettera da OCarm. Antonio de los Reyes a Giambattista Bodoni del 1786-00-00, ed. Pedro M. Cátedra, nella Biblioteca Bodoni [<http://bibliotecabodoni.net/it/lettera/1786-00-00-de-los-reyes-bodoni-1> Richiesta: 15/nov/2019].
    Cita questo documento

Note

Questo promemoria sicuramente arriverà a Bodoni tramite qualcuno tra i suoi corrispondenti omani, forse Azara o il suo segretario Mendizábal, il quale serve come intermediario in altra occasione anni dopo.

Scannerizzazioni degli originali