1795 10 03 BODONI LLAGUNO

Sommario

Senza luogo [Parma], 3 ottobre 1795.

Da Giambattista Bodoni [Parma] a Eugenio de Llaguno y Amírola [Madrid].

Bodoni presenta a Llaguno un esemplare del Teofrasto greco-latino e i primi tre tomi delle opere di Tacito destinate a Godoy. Gli promette, in più, un altro esemplare di queste ad egli indirizzate, che gli invierà prossimamente.

Transcrizione

De Eugenio Llaguno.

3 ottobre 1795.

Ardisco tramettere a Vostra Eccellenza un esemplare del mio Teofrasto greco e latino, ed i tre primi tomi delle opere di Tacito, contenenti gli Annali di sì vibrato politico scrittore. Se mai Ella li credesse non indegni di essere rassegnati all’Eccellentissimo Signor Principe della Pace, a cui professo obbligazione eterna, io mi recheròa a pregio di mandargliene tosto altra copia colb solito corriere che transita qui.

Sono col più ossequioso e profondo rispetto


a recherò a añadido entre líneas sobre fare un cancelado.     b col añadido entre líneas sobre a V. E. col mezzo del

Note al testo

Dati documentali e bibliografici

  • Ubicazione

    Parma, Biblioteca Palatina, Archivio Bodoni, Minute di lettere inviate, B. 46/56.

  • Descrizione

    1 foglio di 190 × 185 mm. Minuta autografa.

  • Edizione

    Pedro M. Cátedra

  • Altre edizioni

    Cátedra 2014a, 175-176, nº. XXIX.

  • Bibliografia specifica

    Cátedra 2014a, 140; Cátedra 2015b, ***.

    Altra bibliografia citata Tacitus 1795; Theophrastos 1794;
  • Citazione
    Lettera da Giambattista Bodoni a Eugenio de Llaguno y Amírola del 1795-10-03, ed. Pedro M. Cátedra, nella Biblioteca Bodoni [<http://bibliotecabodoni.net/it/lettera/1795-10-03-bodoni-llaguno> Richiesta: 29/ott/2020].
    Cita questo documento

Scannerizzazioni degli originali