1796 05 17 BODONI MORATÍN

Sommario

Sine notis [Parma, 17 maggio 1796(?)]-

Da Giambattista Bodoni [Parma] a Simón Rodríguez Laso o a Leandro Fernández de Moratín [Bologna].

Lo stampatore aggiunge due prove con caratteri distinti de La comedia nueva affinché possano scegliere.

Transcrizione

Eccellenzaa,

Trasmetto all’Eccellenza Vostra due prove della meditata edizione de La comedia nueva, che già da vari giorni avea promesso all’Egregio Signor Don Emmanuele Aponte di spedire costà. Se il carattere piace, sono in grado di farla subito eseguire e di darla terminata entro il vegnente mese di giugno. Ma se dovessi far gettare un altro carattere, forse non potrei per tal tempo assumere tale stampa. Tocca a Lei il significarmi quale delle due mostre più le piaccia, e se la forma della pagina sia di Suo gradimento, o se la brami più larga o più lunga. In somma, io sono disposto a fare tutto ciò che possa essere di Sua maggior sodisfazione, e starò aspettando il pregevole Suo riscontro per indi tutto dedicarmivi a norma di quanto sarà Ella per significarmi.

E mentre La rinovo i sentimenti dell’inalterabile mia venerazione, passo a protestarmi ossequiosamente di Vostra Eccellenza

Parma, 17 maggio 1796.

Divotissimo obbedentissimo servidore,

Giambattista Bodoni. 


aA continuación una mano moderna añade a lápiz: a Moratin?

Note al testo

Dati documentali e bibliografici

  • Ubicazione

    Parma, Biblioteca Palatina, Archivio Bodoni, Minute di lettere inviate non identificabili, B 52/1.

  • Descrizione

    Un foglio di 243 × 182 mm. Minuta autografa.

  • Edizione

    Pedro M. Cátedra

  • Altre edizioni

    Cátedra 2010, 193-194, nº. 7.

  • Bibliografia specifica

    Cátedra 2010 , 53-108; Cátedra 2013a, 131-178 (versión pf), §II-3 a §II-84 (versión epub).

  • Citazione
    Lettera da Giambattista Bodoni a Simón Rodríguez Laso del 1796-05-17, ed. Pedro M. Cátedra, nella Biblioteca Bodoni [<http://bibliotecabodoni.net/it/lettera/1796-05-17-bodoni-moratin> Richiesta: 22/ott/2019].
    Cita questo documento

Note

Nonostante Cátedra 2010 abbia suggerito come plausibile la possibilità che questa lettera fosse diretta a Moratín, in Cátedra 2013a, 59-60, si riducono ulteriormente le probabilità e si arriva a proporre che la presente sia una bozza differente della stessa carta che Bodoni inviò a Rodríguez Laso il 17 maggio 1796.

Scannerizzazioni degli originali