1799 10 10 BODONI URQUIJO

Sommario

10 ottobre 1799.

Da Giambattista Bodoni [Parma] a Mariano Luis de Urquijo y Muga [Madrid].

Promemoria di Bodoni al ministro Urquijo,trasmesso per mezzo del Conte di Valdeparaíso, sulle matrici inviate a Madrid.

Transcrizione

Promemoriaa.

Col mezzo di Sua Eccelenza il Signor Conte Valdeparaíso, Ministro dib Sua Maestà Cattolica presso la Reale Corte di Parma, si trasmettono a Madrid due cassettine, che contengono le matrici tonde e corsive del carattere denominato garamone. Con questo si da compimento a tutti quelli che l’Eccellentissimo Signor Principe della Pace, in tempo del suo glorioso ministero, si è degnato ordinare a Bodoni di Parma, e che furono già spediti al loro destino dal prelodato Signor Conte col solito mezzo de’ corrieri ispani, e precisamente come trovasi segnato nella carta ingiunta.

Sia qui permesso a Bodoni di esporre con tutta veracità che egli ha sempre rigettate tutte le richieste e gl’impegni fattigli da Vienna, da Berlino, da Dresdac, da Lipsia, da Weimar, da Gottingad, da Torino e da varie altre parti d’Europa per cedere a qualunque prezzo delle matrici della sua ricca e numerosissima collezione. Alla sola Corte di Portogallo, quando verso il 1780 venne in pensiere al Serenissimo Signore Principe Don Pietro di far erigere unaf stamperia in Goa, si è indotto a cedere le matrici di sei caratteri orientale, cioè il malabarico, il bracmano, l’arabico, il siriaco, il caldaico e l’armeno, de’ quali tutti gliene ha fatto anche gettare l’occorrente per qualunque edizione in dette lingue.

Per solo genio e sincero attaccamento all’inclita e generosa Nazione ispana e senza mira di alcun guadagno si è indotto Bodoni ad eseguire e cedere le ordinategli matrici latine e greche, ed a Sua Eccellenza il Signor Conte Valdeparaíso etc. rende le dovute azioni di grazie per le replicate esibizioni avvanzategli onde soddisfarlo, a tenore degli ordini avuti dalla sua real Corte nel tempo della formazione delle medesime.

Nulla egli chiede in compenso delle sue fatiche e delle spese occorse nel disimpegnare l’affidatagli commissione, ma si rimette di buon grado al discernimento e piacere del non mai abbastanza encomiato Signor Principe della Pace o dell’attuale coltissimo Primo Segretario di Stato di Sua Maestà Cattolica, oppure di qualunque altra persona che abbia fior di ingegno e sia capace di conoscere il pregio e la difficoltà di tali inapprezabili lavori.

Il direttore della Reale Stamperia Parmense,

Giovanni Battista Bodoni.

Tipografo di Camera di Sua Maestà Cattolica.

[Endoso de mano de Urquijo en el margen izquierdo de la h. 1r:] 22 de mayo de 1800. Remítanse a la Imprenta Real y diga Caballero si esto se ha pagado, y a quál gratificación es acreedor por ello.

 

Nota esatta di tutte le matrici e del tempo delle spedizioni.

1797

14 ottobre.   Testo tondo, matrici numero ............... 232
                 Testo corsivo, matrici .......................... 193
   28 detto.     Silvio tondo ......................................... 232
                 Silvio corsivo ....................................... 191
   14 dicembre. Lettura tondo ...................................... 229
                 Lettura corsivo .................................... 190
    29 detto.    Garamone greco .................................. 336

1798

        14 gennaio.  Testino greco ....................................... 304

1799
   10 ottobre.   Garamone tondo .................................. 229
                 Garamone corsivo ................................ 195

                      Totale di tutte le matrici ....... 2331
Giovanni Battista Bodoni
Tipografo di Camera di Sua Maestà Cattolica.


a Promemoria] Copia del promemoria di Bodoni, consegnato a Sua Eccellenza il Signor Conte Valparaiso B     b Antes de di añade Plenipotenziario B     c da Dresda omite B     d da Gottinga omite B     e Serenissimo Signor omite B     f Falta a partir de aquí el texto en B

Note al testo

Dati documentali e bibliografici

  • Ubicazione

    A) Madrid, Archivo Histórico Nacional, Consejos, leg. 11283, nº. 67.
    B) Parma, Biblioteca Palatina, Archivio Bodoni, Minute di lettere inviate, B. 51.40 (entre minutas dirigidas al Conde de Valdeparaíso)

  • Descrizione

    A) Due bifogli di due pagine cadauno di 237 × 195 mm. Autografa.
    B) Un foglio di 243 × 180 mm. Minuta autografa incompleta.

  • Edizione

    Pedro M. Cátedra

    Revisione

    Noelia López Souto & Albert Corbeto

  • Bibliografia specifica

    Corbeto 2009a, 72-73; Cátedra 2014a, 101-103; Cátedra 2015b, ***; Corbeto 2015, ***..

  • Citazione
    Lettera da Giambattista Bodoni a Mariano Luis de Urquijo y Muga del 1799-10-10, ed. Pedro M. Cátedra, nella Biblioteca Bodoni [<http://bibliotecabodoni.net/it/lettera/1799-10-10-bodoni-urquijo> Richiesta: 29/mag/2020].
    Cita questo documento

Note

La fecha de escritura de esta promemoria es la misma, razonablemente, que la del envío del último contingente de matrices, que se data en la relación adjunta el día 10 de octubre de 1799.

Scannerizzazioni degli originali