1804 09 17 BODONI NEGRI

Sommario

17 settembre 1804.

Da Giambattista Bodoni [Parma] al Conte José Negri [Milano].

Bodoni si impegna a far arrivare all’Infante don Antonio l’ordine dei libri effettuato tramite il Conte Negri. Gli segnala che deve trattarsi di un errore l’inclusione nella lista di una edizione di Terenzio, poiché non ne ha stampato alcuna di tale autore. L’Omero si trova fra i torchi e promette un esemplare di qualità in carta di tirata minima. Gli può inoltre inviare il Meléndez Valdés tradotto da Adorni attraverso i mezzi di corrispondenza spagnoli.

Monografie correlate

Transcrizione

Conte Negri.
17 settembre 1804a
Dalla ossequiatissima Sua del 29 scaduto agosto, e consegnatami da questo degnissimo Signor Colonnello Dellane, ho inteso che il serenissimo Signor Infante Don Antonio desidera avere alcune delle mie edizioni, tra le quali Ella mi accenna il Terenzio. Questo poeta comico sino ad ora non è stato da me impresso. Vegga, dunque, se mai si fosse equivocato sul nome dell’autoreb.
Per quello che riguarda l’Omero in greco in quattro volumi in foglio, ioc sonod attualmente occupatissimo ad accelleraree la stampa del primo tomo; e qualora sarà a lodevol termine pervenuta, io mi recherò af ben giusto dovere di secondare el buon gusto della prelodata Altezza Sua collo spedirgliene un esemplare in carta distintissima e sopra la quale non se tireranno che diecig copie.
Al di Leih passaggio per Parma io terrò in pronto l’altro libro ricercatomii, cioè, Adorni, traduzione in versi dell’ode sopra il meriggio di Don Giovanni Meléndez Valdés, col testo spagnuolo, in 4º. reale. Questa coserella io avrei potuto consegnarla all’egregiok Signor Marchese della Grua, Ministro Plenipotenziario di Sua Maestà Cattolica, il quale son certo che si farebbe un vero piacere di trasmetterla a Madrid col mezzo de’l corrierim spagnuolin che due volte ogni mese sogliono transitar qui.

La molesta podagra già da vari mesi fa meco tregua, ma nella stagione estiva non sono soggetto come nella iemale a tale malaugurato incomodo. Disponga a piacer Suo di chi se Le protesta colla più rispettosa considerazione


a Conte... 1804] Eccellenza B (antes B anota Pesi 29 a 20 Paoli il peso).     b Antes de autore A cancela poeta corrigiendo del en dell’     c io] io mi recherò a ben giusto dovere di secondare B, las últimas palabras de la carta en B.     d sono escrito sobre sto     e Escribe accellerarne y corrige.     f recherò a añadido entre líneas sobre farò un cancelado.     g Había escrito primero dieIci cancela y, entre líneas, añade cinque y, después de cancelar esto, vuelve a recalcar dieci como al principio.     h di Lei añadido entre líneas sobre seco cancelado.     i Había escrito che ricerca y cancela che y corrige en ricercatomi.    k Antes de egregio cancela questo nostro y corrige a en all’    l de’ añadido entre líneas sobre del solito cancelado; antes de de’ ha cancelado di y una palabra que no acierto a leer.    m Había escrito corriere y corrige.     n spagnuoli es corrección de otra palabra que no acierto a leer.

Note al testo

Dati documentali e bibliografici

  • Ubicazione

    A) Parma, Biblioteca Palatina, Archivio Bodoni, Minute di lettere inviate, B. 48/9.
    B) Parma, Biblioteca Palatina, Archivio Bodoni, Minute di lettere inviate non identificabili, B. 52.

  • Descrizione

    A) Un foglio di circa 243 × 183 mm. Minuta autografa.
    B) Un foglio di circa 243 × 183 mm. Minuta autografa incompleta.

  • Edizione

    Pedro M. Cátedra

  • Bibliografia specifica

    Cátedra 2015a, ***.

    Altra bibliografia citata Hómeros 1808; Meléndez 1800; Ozanam 1998;
  • Citazione
    Lettera da Giambattista Bodoni a José [Conte Giuseppe Negri della Torre] Negri de la Torre del 1804-09-17, ed. Pedro M. Cátedra, nella Biblioteca Bodoni [<http://bibliotecabodoni.net/it/lettera/1804-09-17-bodoni-negri> Richiesta: 19/ago/2019].
    Cita questo documento

Note

Questa letera è in risposta alla missiva di Negri del 29 agosto 1804.

Scannerizzazioni degli originali