1791 07 27 AZARA BODONI

Resumen

Roma, 27 de julio de 1791. De José Nicolás de Azara [Roma] a Giambattista Bodoni [Parma].

Azara le transmite a Bodoni su sorpresa ante la pérdida de Rezzonico del título de Castellano de Parma y dice sentirse incómodo ante este amigo porque él aún desconoce la noticia y espera la carta de Pío VI al Duque. Aconseja a Bodoni aumentar el precio de sus ediciones para prestigiarlas y le transmite su solicitud de copias de las Opera de Horacio, incluidas las que se enviarán a España. Le anuncia nuevos folios de las Opera de Virgilio y le comparte la alegría de Lestevenon con su copia de la edición in-fol. de Horacio.

Transcripción

Roma, 27 luglio 1791.

Amico mio stimatissimo,

Il corriere di Spagna arriva anticipato e mi porta la di Lei lettera di 21 corrente con una notizia che mi ha veramente funestato; ed è la nominazione alla carica di Castellano di codesta fortezza.

Questo è un colpo mortale per il nostro Rezzonico, il quale con ragione si lusingava di che il Signor Infante avrebbe tenuto in sospeso questo e li altri impieghi del Conte fino a che arrivasse la tanto promessa raccomandazione papale. Il Conte, che pransa ogni giorno da me, pare ch’ignori questo colpo poiché non me ne ha detto parola ed io non ho voluto anticipargli una cosa che deve ridurlo alla disperazione; né manco ho volsuto dirgli che avevo ricevuto lettera di Lei, per non insospettirlo, facendogliene un mistero. Insomma, io stesso mi trovo nel maggiore imbarazzo e compromesso con lui e con tutti due i Sovrani, e non so che partito prendere.

Ho letto il manifesto che Lei proggetta e ci avrei qualche cosa da dire, ma bisogna poterne parlare con Rezzonico a mente serena. A bon conto mi spiace il tenue prezzo che Lei conta di mettere alle opere perché, se Lei stesso comincia per stimarle poco, gli altri avranno diritto di far lo stesso. Ma, su tutto ciò, parleremo.

Venendo poi all’Orazio, dico che io volentieri prenderei tutta l’edizione intiera e non so se basterebbe per l’impegni contratti. Ma son ben lontano di farlo e mi contenterò di poter soddisfare i principali amici, lasciando che Lei disponga al Suo arbitrio del resto dell’edizione, essendo ben giusto che Lei, che n’è l’autore ed il creatore, ne abbia tutta la gloria e l’utile possibile di un capo di opera che si deve tutto al Suo ingegno. Mi pare dunque che Lei mi può riservare due de’ quattro essemplari in cartapeccora, mezza duzina in carta d’Anonai ben legati, quaranta esemplari di carta comune e tutto ciò me lo manderà Lei il più presto possibile in una o più mandate per li vetturali ordinari.

Per Spagna avrò bisogno di alcuni più esemplari: uno in carta d’Annonai ben legato per il Re ed una dozina delli ordinari per alcuni amici; e quando saranno pronti io dirò a Lei come ha da diriggere a Barcelona. Spero che questo numero mi basterà e, se no, ricorrerò di nuovo a Lei. Bisogna che l’uno e l’altro facciamo un poco i difficili ad accordar quest’opera. Tutto l’importo della spesa lo domanderà Lei al Signor Ziliani, che la soddisfarà a vista, e La prego di non ritardare questa diligenza.

Se oggi mi portano li fogli del Virgilio, gli accluderò con questa[7].

La mia salute va lentamente migliorando e si acquistano un poco le forze.

Lestevenon mi ha scritto che aveva ricevuto il suo esemplare, per il quale era andato a posta a Parma, e n’è matto di contento.

Lei si conservi. E mi creda sempre Suo vero amico e servitore,

Azara.

Notas al texto

Datos documentales y bibliográficos

  • Ubicación

    Parma, BP, Archivio Bodoni, Lettere ricevute, C. 29, 30.

  • Descripción

    Pliego de 2 h. de 230 × 185 mm. Solo firma autógrafa.

  • Edición

    Noelia López Souto

  • Otras ediciones

    Ciavarella 1979, II, 52-53.

  • Otra bibliografía citada Brooks 1927; De Lama 1816; Horatius 1791; Lasagni 1999; Tipaldo 1834-1845; Vergilius 1793;
  • Cita
    Carta de José Nicolás de Azara a Giambattista Bodoni de 1791-07-27, ed. Noelia López Souto, en Biblioteca Bodoni [<https://bibliotecabodoni.net/carta/1791-07-27-azara-bodoni> Consulta: 20/09/2021].
    Citar este documento

Digitalizaciones de los originales