1792 05 23 AZARA BODONI

Resumen

Roma, 23 de mayo de 1792. De José Nicolás de Azara [Roma] a Giambattista Bodoni [Parma].

Azara se alegra de la recuperación de Bodoni del reuma y le confirma que presentó a Pío VI su ejemplar de la edición de Calímaco. Le adjunta, de hecho, el billete en el que el Papa agradece y loa el libro, y promete enviarle pronto la versión oficial. Por último, descubre a Bodoni la picardía del Bali de Rohan, que solicita para él una copia de las Opera de Horacio fingiendo ser este para el Gran Maestro.

Libros relacionados en BB

Transcripción

Amico mio stimatissimo,

Non so quando arriverà il corriere di Spagna e fratanto bisogna spedire il mio senza sapere se avrò né meno notizie di Lei. Desidero sopratutto che siano buone della salute e che il reuma sia intieramente passato. Il tempo è favorevole perché fa un caldo di vera estate.

Conforme a ciò che scrissi due ordinari sono, ho aspetatto che il Papa si ripossasse del suo viaggio terracinesco e che si sbrigasse dalle facende arretrate per presentarli il Callimacco. E, ricordandomi dei precceti del nostro Flacco per presentare i suoi versi ad Augusto –si validus, si laetus erit, si denique posuit–, profitai l’altro giorno di un momento favorevole per scrivergli un viglieto che accompagnasse i libri, domandandogli una lettera per Lei che autenticasse il gradimento. La cosa è riuscita come desideravo, avendomi risposto Sua Santità ciò che Lei vedrà nel suo viglieto, che accludo originale. Se mi manda a tempo la lettera che promette, l’accluderò anche in questa.

Ho saputo, ancora da quelli che vedono il Papa in confidenza, che a tutti fa vedere i Callimachi con elogi grandi.

Noi siammo nell’inazione e desidero che quanto prima ne possiamo uscire.

Non ho altro per oggi da aggiungere.

E mi ripeto sempre Suo buon amico,

Azara.

Roma, 23 maggio 92.

Arriva il corriere, ma non dà tempo. Ricevo la di Lei lettera e resto intesso di tutto.

Dalla comversazione col Bali de Rohan avrà Lei capito il talento ch’è. La domanda di un essemplare del’Orazio per il Gran Maestro è una inpertinenza, poiché a richiesta del medessimo Bali glielo regalai io sono sei mesi.

Non ha scritto il Papa perché questa notte non è stato bene.

Notas al texto

Datos documentales y bibliográficos

  • Ubicación

    Parma, BP, Archivio Bodoni, Lettere ricevute, C. 29, 50.

  • Descripción

    Pliego de 2 h. de 230 × 185 mm. Autógrafa.

  • Edición

    Noelia López Souto

  • Otras ediciones

    Ciavarella 1979, II, 67.

  • Otra bibliografía citada Horatius 1791; Kallymakos 1792a; KALLYMAKOS 1792b; San Martino & Gregorio 1940;
  • Cita
    Carta de José Nicolás de Azara a Giambattista Bodoni de 1792-05-23, ed. Noelia López Souto, en Biblioteca Bodoni [<https://bibliotecabodoni.net/carta/1792-05-23-azara-bodoni> Consulta: 17/08/2022].
    Citar este documento

Digitalizaciones de los originales