1797 11 25 AZARA BODONI

Resumen

Roma, 25 de noviembre de 1797.

De José Nicolás de Azara [Roma] a Giambattista Bodoni [Parma].

Azara rompe su silencio con Bodoni para interesarse por sus ocupaciones y su estado de salud. Le confiesa que a su regreso a Roma halló un escenario desolador y pasa su tiempo encerrado en casa. Le pregunta por su intención de salir de Parma o de someterse a los franceses, pues de momento no le aconseja ni transferirse a Roma ni establecerse en España, planes que solo podrán intentar en tiempos de paz.

Transcripción

Roma, 25 novembre 1797.

Amico mio carissimo,

Siammo vivi o siammo morti? Perché non ci scriviamo da tanto tempo? Io non lo so, ma credo che le rivoluzioni politiche non arrivano ad apestare le amicizie. Vorrei dunque sapere cosa Lei fa, in che si occupa il Suo spirito in mezzo ai terremoti morali, cosa ha lavorato o ha pubblicato in questo tempo, come va la salute; perché tutte queste cose mi interessano infinito.

Di me non ho da dire niente di buono. Dopo le mie rare vicende, tornai a Roma, ma non la riconobbi più. Questo mi pare il sepolcro della capitale del mondo, dove tutto è luto e miseria, vertigine e pazzia. Mi sono ridotto a stare chiuso in casa, a non vedere che quatro o sei amici, ma non per questo sono allegerito dalla farragine degli affari; e sono ormai due anni che non so cosa è leggere una pagina di erudizione superiore alle gazzette. La mia vita non discrepa da quella di un galeoto.

Vorrei che Lei mi dicesse, con tutta riserva e confidenza, s’è disposta ad emigrare e a seguitare la sorte degli inbecilli, o se se la sente di diventare cittadino attivo. Per un tempo di calma io avrei proporzione di stabilirLa in Spagna e, fratanto, dubbito che Roma gli possa convenire se non prende altra forma, che non la vedo lontana.

Mi scriva Lei lungo e chiaro e da vero amico, quale lo è Suo,

Azara.

Notas al texto

Datos documentales y bibliográficos

  • Ubicación

    Parma, BP, Archivio Bodoni, Lettere ricevute, C. 29, 115.

  • Descripción

    Pliego de 2 h. de 230 × 185 mm. Autógrafa.

  • Edición

    Noelia López Souto

  • Otras ediciones

    Ciavarella 1979, II, 130.

  • Otra bibliografía citada Cátedra 2015a; Corbeto 2015; Gimeno Puyol 2010;
  • Cita
    Carta de José Nicolás de Azara a Giambattista Bodoni de 1797-11-25, ed. Noelia López Souto, en Biblioteca Bodoni [<https://bibliotecabodoni.net/carta/1797-11-25-azara-bodoni> Consulta: 24/06/2021].
    Citar este documento

Digitalizaciones de los originales