1791 08 10 AZARA BODONI

Sommario

Roma, 10 de agosto de 1791. De José Nicolás de Azara [Roma] a Giambattista Bodoni [Parma].

Azara acusa recibo de las introducciones del Horacio y critica la presencia de errores en ellas, falta de corrección que achaca como un mal en sus estampas, pues en la belleza de los tipos no lo supera nadie. Le indica que solo debe dar copias del Horacio a un alto precio y vendiéndolas como una gracia especial, pues así se concederá más valor al libro. Notifica el envío al Duque de la recomendación del Papa para Rezzonico, pero prevé que esta se recibirá cuando el conde ya haya sido despojado de todo.

Transcrizione

Amico e padrone stimatissimo,

Sono parecchi giorni che non ricevo lettera di Lei, ma per gli effetti vedo la Sua attività, poiché in questo punto ricevo gli esemplari in piccolo della prefazione dell’Orazio, che sonoa una delle solite Sue galanterie. E ricevo altresì il piccolo Anacreonte, che è un vero capo d’opra di stampa in quel genere. Non capisco perché l’ha fatto senz’accenti, ma supongo che ci sarà la Sua ragione.

Approposito di queste stampe, non posso far a meno di manifestare a Lei la pena che mi causa la loro scorrezione. Questo è un diffetto che guasta tutto il bello delle Sue intraprese e, benché Lei non ne sia risponsabile né meno l’arte Sua, è un neo terribile ed indelebile delle Sue produzioni. L’altro giorno, i miei abbati in poche pagine contarono fino a otto errorib solennissimi; e li levò la voglia di andare avanti. Nel grecco ci sono ancora li stessi difetti. Lei sa per storia quello che facevano i Stefani, i Aldi, i Plantini ed altri grand’uomini per meritarsi l’immortalità. Lei, chec supera tutti nella bellezza, perché non aspira a superarli anche nella correzione? Ogni fatica, benché nimia ed anche impertinente, è necessaria per acquistare questa gloria.

La settimana scorsa proposi a Lei la distribuzione delli esemplari dell’Orazio. Spero che Lei ne sia contento e, quando no, che me lo dica con piena confidenza. Vorrei che Lei sostenesse sempre che tutti li esemplari sono per me e che me li ha mandati effettivamente, a riserva di pochissimi, e che ad ognuno che Lei ne accordi un esemplare glielo faccia cadere d’alto, come una grazia speciale. Altrimenti ci incolperanno meritamente di un maneggio sordido e vile, supponendoci di aver pubblicata un’edizione tanto ristretta coll’oggetto di un indegno guadagno. Vorrei ancora che, per riputazione, Lei mettesse un prezzo ben forte alli esemplari ch’esiterà; poiché anche questa piccola, ma legittima superceria, da riputazione nel mondo. Così fanno tutti e, chi è ghiotto di queste cose, che le paghi. Conforme a questo raziocinio disaprovo moltissimo il prezzo che Lei fissa nel Suo programad agli esemplari dei classici da stamparsi. Su questo e sul resto di detto programae ne parlerà a Lei il Conte Rezzonico, al quale l’ho dato per rivederlo.

Approposito di questo Cavaliere, Lei vede come vanno costì le cose sue. Avevamo finalmente ottenuto che il Papa lo raccomandasse all’Infante, ch’era la condizione sine qua non che metteva Sua Altezza al suo reintegro. La lettera partì sabbato scorso ed arriverà quando Rezzonico sarà già spogliato di tutto, senza essere sentito né manco accusato formalmente, e senza sapersi qualsia il delittof che gli fa perdere il suo stato, li suoi beni e trent’anni di servizi. Per quel che riguarda la sua riputazione, lui procurerà di sostenerla per li mezzi che potrà.

Desidero che Lei conservi la Sua salute e che mi creda sempre Suo bon amico e servitore,

Azara.

Roma, 10 agosto 1791.

 

a Había empezado a escribir e y corrige.     b errori añadido entre líneas sobre sbagli cancelado.     c che añadido en el espaciado entre Lei y supera     d Había escrito proglama y corrige.     e Había escrito proglama y corrige.     f Había escrito diritto y corrige.

Note al testo

Dati documentali e bibliografici

  • Ubicazione

    Parma, BP, Archivio Bodoni, Lettere ricevute, C. 29, 31.

  • Descrizione

    2 pliegos de 2 h. de 230 × 185 mm. Solo firma autógrafa.

  • Edizione

    Noelia López Souto

  • Altre edizioni

    Ciavarella 1979, II, 53-54.

  • Altra bibliografia citata Anakréon 1791-16º; De Lama 1816; Ghinassi 1868; Horatius 1791; López Souto 2018d;
  • Citazione
    Lettera da José Nicolás de Azara a Giambattista Bodoni del 1791-08-10, ed. Noelia López Souto, nella Biblioteca Bodoni [<https://bibliotecabodoni.net/it/lettera/1791-08-10-azara-bodoni> Richiesta: 07/dic/2021].
    Cita questo documento

Scannerizzazioni degli originali